Offerta Gas e Luce, metti a confronto le tariffe

il servizio Salvaconto è GRATUITO e senza impegno

con noi puoi:

1CONFRONTARE IN POCHI MINUTI LE TARIFFE
2 SCEGLIERE LE MIGLIORI OFFERTE
3RISPARMIARE E GUADAGNARE SUBITO
Loading...

Resta aggiornato in ogni momento sulle migliori tariffe. Scopri tutte le offerte messe a confronto in tempo reale da Salvaconto. Inserisci i tuoi dati per conoscere tutte le novità sulle proposte per gas e luce

Tipologia
Confermo presa visione e accettazione clicca qui per selezionarle individualmente.
logo_partner

Come si scelgono le migliori tariffe luce e gas? Quali sono i fattori da valutare per l’attivazione di un contratto? Cos’è il mercato libero? Ecco tutte le risposte. Le tariffe gas e luce sono il corrispettivo che paghi in bolletta periodicamente (mensile, bimestrale o trimestrale a seconda della tipologia di contratto) per la fornitura di luce e gas. In bolletta i costi di fornitura sono molto variabili da un fornitore all’altro, motivo per cui la scelta della migliore offerta è importantissima sul bilancio domestico. Per una buona scelta bisogna innanzitutto considerare il livello di consumo di gas che dipende da quante persone vivono in casa e dall’uso che se ne fa. Una casa dove vive una famiglia consumerà di più rispetto ad un appartamento condiviso da giovani lavoratori. Questa informazione serve a scegliere la migliore offerta perché solitamente le tariffe sono stabilite proprio in base al volume dei consumi.
I principali operatori italiani sul mercato del gas offrono diversi tipi di offerte per le quali troverai una gran varietà di costi fissi e variabili e per le quali è sempre più vantaggioso richiedere un preventivo personalizzato in base alla grandezza dell’abitazione, al numero delle persone che vivono al suo interno e ai volumi medi di consumo.

Come funzionano i costi in bolletta?

Come anticipato offerti, prezzi e promozione sono sempre variabili rispetto all’operatore che andrai a scegliere. A questi si aggiunge il consumo, la potenza, il costo della componente energia luce e gas e il tipo di fonte energetica utilizzata. L’elettricità si esprime in euro al Kilowatt ora mentre il gas in euro al metro cubo. Poi ci sono i servizi di vendita, il margine di ricavo dei fornitori, la distribuzione, il trasporto e le imposte di consumo. Difatti anche se non consumi nulla riceverai comunque una bolletta con dei costi fissi che riguardano proprio le spese aggiuntive per portare l’energia in casa, recapitarti le fatture e gestire il tuo profilo cliente oltre che il tuo contatore. In bolletta, quindi, riceverai prezzi di vendita, servizi di rete, imposte di consumo e costi di fatturazione. I prezzi dipendono dal fornitore e dall’autorità garante del mercato. A volte ottieni prezzi più convenienti se opti per la domiciliazione bancaria, ovvero il pagamento RID automatico tramite il tuo conto corrente.

Come si risparmia scegliendo la migliore tariffa luce e gas?

La risposta banale è quella di prestare attenzione ai consumi e rendere la casa il più possibile efficiente. Si tratta di una serie di accorgimenti che, sul lungo periodo saranno ben visibili sulla bolletta come gli infissi, le lampadine a risparmio energetico e un utilizzo attento del riscaldamento. Poi c’è il fattore di scelta del fornitore che ti farà risparmiare solo se saprai confrontare al meglio le tariffe e stabilire quella che si avvicina di più al tuo tipo di consumo. Per esempio ci sono forniture di tipo dual fuel o biorarie che offrono la possibilità di pagare meno per la fornitura solo quando utilizzi gas e luce in determinate fasce orarie della giornata.

Come si effettua il cambio di fornitore di gas e luce?

Cambiare compagnia o fornitore di energia è semplice ma bisogna prestare attenzione a ogni dettaglio. Per il cambio basterà sottoscrivere il nuovo contratto seguendo le indicazioni dell’operatore e al resto penserà lo stesso. Difatti le pratiche per cambiare operatore, ovvero l’attivazione e il cambio di intestazione del contatore avvengono sempre a carico dell’azienda a cui ti affiderai. Ovviamente il cambio è sempre gratuito ma prevede dei costi di attivazione fissi che saranno addebitati direttamente sulla bolletta. Questo passaggio non comporta costi o modifiche dell’impianto esistente, per cui non dovrai cambiare contatore o affidare alcunlavoro a professionisti.

Mercato libero: cos’è e come funziona?

Il Mercato Libero è un argomento di cui avrai sentito spesso parlare, soprattutto dalle continue richieste di contatto che ricevi per telefono o direttamente porta a porta. Gli operatori, infatti, ti chiedono spesso di mostrare loro la bolletta per vedere se è aderente al mercato libero. Presta attenzione nel fornire queste informazioni, soprattutto quando vieni contattato telefonicamente. Ad ogni modo il mercato libero dell’energia è stato promosso dal Decreto Bersani, sul finire degli anni novanta, e ha dato il via proprio alle liberalizzazioni sul mercato energetico compiuta poi dal decreto legge del 2007. Esso prevede la libertà per le persone di aderire e scegliere autonomamente il gestore che preferisce, il quale è reso definitivamente autonomo rispetto alla gestione della fornitura.
Chi non aderisce al Mercato Libero gode del cosiddetto Servizio Di Maggior Tutela per il quale sono previste le condizioni economiche vigenti rispetto all’ente ARERA, ovvero l’Autorità per L’energia. Da luglio 2020 il passaggio sarà obbligatorio e non sarà più possibile aderire al mercato tutelato. Questa è la definizione del mercato libero per cui i cambiamenti per l’utente finale sono di fatto limitati, dato che lo stesso può semplicemente decidere a chi affidare la fornitura ed in quali condizioni contrattuali essere sottoposto.

Condizioni tra mercato libero e mercato tutelato

Una volta compreso che il mercato libero offre autonomia di decisione rispetto alla fornitura di energia, vediamo cosa prevede rispetto al mercato tutelato. Chi non è ancora passato al mercato libero acquista luce e gas in regime di maggior tutela. Ma questo non significa che affidarsi al mercato libero significhi correre dei rischi. O meglio, i rischi di spendere troppo e ritrovarsi con contratti indesiderati è sempre dietro l’angolo ma non è questo il discorso. I vantaggi del mercato libero risiedono nell’autonomia di determinazione del prezzo della componente energia, mentre i costi fissi sono fissati dall’autorità AEEGSI. Un fornitore di mercato libero può scegliere come fatturare e quali tariffe offrire. Il passaggio al mercato libero non richiede cambi di impianti e fornitori perché, come già anticipato, si tratta di un cambio amministrativo con gli stessi fornitori. La concorrenza è garantita dall’Autorità di regolazione per l’energia elettrica, ovvero l’ARERA, che ha il compito di vigilare sul rispetto dei limiti di offerta. Essa offre lo sportello del consumatore per avere informazioni o inviare reclami ed il tavolo di conciliazione per controversie con il proprio fornitore.

i nostri partners
Gratuito

Gratuito

Salvaconto non ha commissioni a tuo carico. Costi e condizioni delle offerte sono allineati o migliori rispetto a quelle presenti su altri siti di comparazione.

Sicuro

Sicuro

Necessitiamo di pochi dati per il calcolo delle offerte, salvaguardando la tua privacy grazie all'ausilio di sistemi di sicurezza all'avanguardia.

Facile

Facile

Il nostro impegno quotidiano e'incentrato nella ricerca delle tariffe più vantaggiose e in linea con le tue esigenze.